La pet therapy non è una tecnica, ma la corretta applicazione di alcune valenze della relazione uomo-animale La pet therapy non è però una relazione spontanea e libera ma un incontro molto particolare in cui ci sono delle limitazioni legate alla tipologia dei partner ed alla finalità dell’incontro stesso.
Infatti è l’incontro di due elementi vulnerabili: il paziente con tutte le sue problematiche e l’animale stesso. Per questo motivo gli operatori hanno un ruolo molto difficile e delicato di arbitro all’interno di questo rapporto, che deve essere indirizzato in modo corretto. La finalità della pet therapy è quella di rendere più attivo il paziente nel processo di guarigione, di migliorare l’alleanza tra il paziente ed il medico ed, in ultima analisi, di agire in sinergia con le terapie tradizionali, migliorandone l’efficacia o riducendone il bisogno in termini di quantità

Al fine di perseguire tali scopi, l'A.I.T.A.C.A “onlus” che è una associazione di volontariato  si occupa di promuovere e realizzare  progetti in reparti pediatrici degli ospedali, centri di riabilitazione, scuole, centri socio educativi, cooperative, penitenziari ecc., che credono nella potenzialità dell'animale come fonte di stimolo per migliorare le condizioni di vita dei propri assistiti, sia di :

-“Attività Assistite dall'Animale” (AAA) interventi di tipo educativo, didattico o ricreativo, con la generale finalità di migliorare la qualità della vita delle persone coinvolte

che di:

-“Terapie Assistite dall'Animale” (AAT) interventi finalizzati al miglioramento di alterazioni e di disturbi fisici, della sfera emotiva e cognitiva, conseguenze di determinate patologie e malesseri emozionali e psicologici .

 Allo scopo l'A.I.T.A.C.A si avvale della collaborazione di volontari qualificati garantendo la massima qualità dei propri interventi

CSS Valido!

avantiavanti